Lucca e le sue terre - Rete provinciale di coordinamento di Lucca

Toscana, Provincia di Lucca attivo dal 1999 al - -
sistema museale provinciale


La Rete si costituisce nel 1999, attraverso una serie di protocolli d'intesa tra: Provincia, Comuni e Soprintendenze. Si occupa del coordinamento delle attività relative al patrimonio culturale e museale del territorio provinciale, che è stato suddiviso in tre sistemi territoriali: Piana di Lucca, Versilia, Media Valle del Serchio e Garfagnana. Nel corso degli anni la Rete, che si propone di migliorare la fruizione e la conoscenza dei musei, ha operato nell'ambito della catalogazione delle collezioni museali, della didattica per le scuole e per il pubblico adulto e della promozione del patrimonio culturale e del territorio. Sono state quindi avviati e sviluppati: campagne catalogarfiche, percorsi e laboratori didattici, strumenti di comunicazione e promozione come guide cartacee, sito web ed audioguide per telefonia mobile. Le strutture coinvolte nelle attività della rete sono:
Antiquarium Civico di Massaciuccoli, Massarosa
Casa Museo Giovanni Pascoli, Barga
Centro Visitatori Parco dell'Orecchiella, S. Romano di Garfagnana
Civica Raccolta di Ceramiche Rinascimentali, Camporgiano
Civici Musei di Villa Paolina, Viareggio
Civico Museo Archeologico, Camaiore
Gabinetto di Storia Naturale e Raccolta di antichi strumenti di Fisica del Liceo Machiavelli, Lucca
Mostra Archeologica Permanente, Capannori
Mostra di Attrezzi di Vita Contadina, Capannori
Mostra Didattica Archeologica Permanente, Porcari
Museo Archeologico del Territorio della Garfagnana, Castelnuovo di Garfagnana
Museo Archeologico Versiliese Bruno Antonucci, Pietrasanta
Museo Casa Natale Giacomo Puccini, Lucca
Museo Casa Natale Giosué Carducci, Pietrasanta
Museo Casa-Atelier di Ugo Guidi, Forte dei Marmi
Museo Civico del Territorio, Barga
Museo d'Arte Sacra, Camaiore
Museo dei Bozzetti, Pietrasanta
Museo dei Puccini a Celle, Pescaglia
Museo del Carnevale, Viareggio
Museo del Castagno, Pescaglia
Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica, Seravezza
Museo del Molino di Menicone, Pescaglia
Museo Del Risorgimento, Lucca
Museo Della Cattedrale, Lucca
Museo della Figurina di Gesso e dell'Emigrazione, Coreglia Antelminelli
Museo della Satira e della Caricatura, Forte dei Marmi
Museo Etnografico Don Luigi Pellegrini, Castiglione Garfagnana
Museo Nazionale di Palazzo Mansi, Lucca
Museo Nazionale di Villa Guinigi, Lucca
Museo Storico della Liberazione, Lucca
Museo Storico della Resistenza, Stazzema
Museo Villa Puccini ,Viareggio
Orto Botanico, Lucca
Orto Botanico Pania di Corfino, Villa Collemandina
Per un Museo Contadino della Piana, Capannori
Raccolta archeologica,Borgo a Mozzano

Finalità e motivazioni

La rete mira al miglioramento della fruizione museale, dando spazio anche alle realtà minori e meno conosciute. L'obiettivo è promuovere la conoscenza dei musei, dei monumenti, delle manifestazioni culturali del territorio, attraverso strumenti di comunicazione tecnologicamente avanzati e specifiche attività didattiche

Modalità di attuazione

Il Coordinamento è reso possibile grazie alla stipula di un Protocollo d'intesa tra Provincia, Comuni, Soprintendenza e Curie. La finalità della rete, ovvero la promozione della conoscenza del territorio e delle sue emergenze culturali, si è concretizzata attraverso la produzione di un sito web molto dettagliato, la realizzazione di attività e laboratori didattici, l'attuazione di un programma catalografico dedicato alle collezioni museali locali. La Provincia di Lucca è il soggetto coordinatore ed il capofila della rete.

Strumenti di comunicazione e visibilità

Sito web, depliant, guida cartacea.

Servizi offerti

Attività didattica per i musei, organizzazione di itinerari di visita. La rete cura la promozione dei musei, delle emergenze monumentali e delle manifestazioni culturali del comprensorio, attraverso uno specifico sito web, un servizio di guida disponibile su gsm e guide cartacee

Aspetti gestionali

Il profilo gestionale non è stato ancora compiutamente elaborato. Le attività operate dalla Rete sono comunque concertate con i Comuni partecipanti, la Soprintendenza di competenza territoriale, la Soprintendenza Archeologica per la Toscana. L'ente capofila della Rete è la Provincia di Lucca, che assume le funzioni amministrative e contabili relative ai progetti di volta in volta organizzati. Nel 1999 assieme alla convenzione per il coordinamento provinciale sono stati istituiti anche tre "sotto sistemi" museali territoriali (Piana di Lucca, Versilia, Media Valle e Garfagnana) che non hanno sviluppato forme di gestione coordinata interna − ad eccezione della Media Valle del Serchio, che ha realizzato la gestione associata per i musei nel 2002− ma che costituiscono specifiche aree di intervento per alcuni progetti elaborati dalla rete come ad esempio quelli dedicati alla didattica

Aspetti finanziari

Ciascun Comune aderente alla Rete versa al capofila una quota annuale, proporzionale al numero dei propri abitanti e relativa ai progetti ai quali intende partecipare. L'Amministrazione provinciale, in quanto ente capofila, partecipa costantemente ai bandi di co-finanziamento regionale per i progetti relativi al settore musei: nel 1999 ha beneficiato ad esempio del contributo inerente il Progetto regionale «Azioni di sostegno alla nascita e sviluppo dei sistemi museali» (Decreto n. 5785 del 28 settembre 1999), che ha permesso l'avvio dell'attività catalografica. Ogni anno la Provincia partecipa inoltre ai bandi indetti dalla Regione per i contributi alla didattica museale.

Bibliografia

J. Ferro, “La rete dei musei della Provincia di Lucca” in Valorizzazione dei beni Culturali e Promozione del Territorio, atti del primo convegno nazionale (Lucca 20- 21 ottobre 2005), a cura di F. Velani, Lucca 2006, pp. 92- 99.

Scheda a cura di Cristina Borgioli

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.