Musei in rete/Valle del Metauro

Marche, Provincia di Pesaro e Urbino attivo dal 12-10-2004
rete museale


Coordinata dalla Comunità Montana del Metauro, la rete si costituisce grazie al finanziamento del programma Docup per le aree Obiettivo 2. Con i fondi erogati alla rete sono state istituite tre sedi museali: il Museo Trecce- Intrecci di Isola del Piano, il Museo della corda e degli antichi mestieri di Orciano di Pesaro e la Casa della Mina, San Giorgio di Pesaro e un Centro di documentazione legato all’attività del Museo del territorio arte degli scalpellini di Sant’Ippolito. I musei, grazie alla rete, sono accomunati da una campagna di comunicazione che si estende in realtà all’intero patrimonio culturale della zona. Su iniziativa della Comunità Montana è stato infatti predisposto un piano di comunicazione che, partendo dalla rete, era finalizzato al rilancio turistico dell’intero territorio comunitario. Ciò è stato possibile mediante la stipula di un successivo protocollo d’intesa in base al quale hanno accettato di essere inseriti nei canali di comunicazione della rete tutti i Comuni del territorio che hanno partecipato con i seguenti musei: Fossombrone: Museo civico e Pinacoteca civica «A. Vernarecci», Casa Museo Quadreria Cesarini, Mondavio: Museo di rievocazione storica- Rocca roveresca, Mondavio: Museo civico Montefelcino: Raccolta di grafica contemporanea, Montemaggiore al Metauro: Museo storico del fiume Metauro «Winston Churchill», Saltara: Museo interattivo della scienza Villa del Balì e planetario. Sono infine promosse dalla rete anche alcune emergenze archeologiche: Fossombrone: Parco archeologico «Forum Sempronii», l’ Area archeologica di Calmazzo. Serrungarina: Area archeologica di Tavernelle, Piagge: Ambiente ipogeo.
Nel dicembre 2006 la rete è stata presentata alla collettività con un evento promozionale che prevedeva un itinerario guidato alla volta dei musei istituiti grazie alla rete e una descrizione del progetto Musei in rete/Valle del Metauro.

Forma giuridica

La rete non ha personalità giuridica.

Finalità e motivazioni

Il progetto intendeva inserire i piccoli e i grandi musei della Valle del Metauro in un itinerario che rilanciasse il turismo della zona. La rete era finalizzata infatti a migliorare la qualità complessiva dell’offerta culturale del territorio attirando così un maggior numero di visitatori nelle strutture museali, siano essi gli abitanti del luogo che turisti.

Modalità di attuazione

Inizialmente vengono realizzati interventi strutturali per la realizzazione delle sedi museali dei Comuni di Isola del Piano, Orciano di Pesaro, San Giorgio di Pesaro e di Sant’Ippolito. Ad interventi ultimati la Comunità Montana avvia un piano di promozione e gestione complessiva dell’intera offerta museale della Comunità Montana. Le azioni del piano di promozione si collegano alla politica di promozione turistica che la Comunità Montana del Metauro e i singoli Comuni attuano da tempo in collaborazione con la Regione Marche, la Provincia di Pesaro- Urbino, il Sistema Turistico Locale Marcabella e il Centro Servizi per il Turismo Montano.

Strumenti di comunicazione e visibilità

- Sito internet: www.vallediculture.it;
- marchio e logo identificativo della rete;
- video di presentazione con breve illustrazione dei musei in quattro lingue;
- poster promozionale con la cartina dei musei;
- opuscolo di 72 pagine contenente schede sui musei, itinerari, indicazioni sugli aspetti del patrimonio culturale diffuso. I testi sono in italiano e inglese;
- pannelli illustrativi da posizionare nelle aree di interesse archeologico con illustrazioni e schede informative sintetiche;
- materiale informativo della rete distribuito presso le sedi museali e gli IAT, in particolare quelli di Fossombrone e di Mondavio;
- nel dicembre 2006 viene organizzato l'evento inaugurale della rete.

Servizi offerti

Promozione integrata mediante editoria cartacea e on line.
Fornitura di personal computer a tutte le sedi museali.
Convenzione con uffici turistici: sconto del 33% sul biglietto d’ingresso dei musei ai possessori della Card Terra dei Tesori.
Creazione di itinerari che coinvolgono il patrimonio culturale del territorio.
Realizzazione di una campagna pubblicitaria con inserzioni sui quotidiani locali e su riviste nazionali del settore turistico.

Aspetti gestionali

I musei e le località della Comunità Montana del Metauro vengono promossi grazie ad un unico piano di comunicazione.
La gestione delle singole strutture museali è affidata ai responsabili dei musei. In previsione, nelle intenzioni della Comunità Montana, c’è la stipula di un altro Protocollo di Intesa che riguardi la gestione integrata delle strutture museali.

Aspetti finanziari

La rete museale è stata finanziata dai fondi strutturali europei FESR e dallo Stato nell’ambito del programma Doc.u.p. per il periodo 2000/2006. Il progetto rientra nella misura 3.2 Recupero, valorizzazione e promozione del patrimonio storico e culturale, Submisura 1 Sistema Museo diffuso – Progetti integrati su scala territoriale.

Scheda a cura di Laura Tesei

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.