Rete dei musei e dei parchi della provincia di Livorno

Toscana, Provincia di Livorno attivo dal 2005
rete museale


La rete nasce nel 2005 come ampliamento e sviluppo della precedente «rete archeologica della Provincia di Livorno», istituita tramite protocollo di intesa nel 2003, che riuniva musei e parchi di interesse archeologico.
Attualmente aderiscono alla rete musei e parchi di tipologie diverse e di diversa proprietà giuridica: vi sono infatti quelli comunali, provinciali, statali e privati. La rete articola l’insieme delle strutture riunite in una serie di percorsi tematici.
In seguito all'istituzione della prima rete − dedicata all'archeologia − sono stati realizzati un sito web, una guida cartacea del patrimonio archeologico locale; successivamente è stata realizzata la cartellonistica e la segnalatica con logo unitario della rete per i diversi percorsi, attività didattiche per le scuole ed una guida tascabile ai musei del comprensorio.
La rete si avvale, per la progettazione delle proprie attività, della collaborazione scientifica delle Università di Pisa, Siena e Roma Tre, e della Soprintendenza Archeologica per la Toscana.
Sono inseriti nella Rete: 1. Museo di Storia Naturale del Mediterraneo - Livorno
2. Museo Civico “G. Fattori” – Livorno
3. Parco Provinciale dei Monti Livornesi – Livorno, Collesalvetti, Rosignano M.mo
4. Parco Archeologico di Torretta Vecchia - Collesalvetti
5. Museo Archeologico Nazionale di Castiglioncello - Rosignano M.mo
6. Centro di Documentazione “D. Martelli” – Castiglioncello – Rosignano M.mo
7. Museo Civico Archeologico “Palazzo Bombardieri” e Area Archeologica di S.Gaetano di Vada - Rosignano M.mo
8. Museo di Scienze Naturali - Rosignano Solvay - Rosignano M.mo
9. Museo Civico Archeologico - Cecina
10. Museo della Vita e del Lavoro della Maremma settentrionale - Cecina
11. Parco Archeologico di S. Vincenzino – Cecina
12. Parchi Letterari “G. Carducci” – Castagneto C.cci
13. Parco Naturale di Montioni - Suvereto, Piombino, Campiglia M.ma
14. Parco Forestale di Poggio Neri - Sassetta
15. Parco Archeominerario di S.Silvestro – Campiglia M.ma
16. Museo di Palazzo Pretorio – Campiglia M.ma
17. Parco Costiero di Rimigliano – San Vincenzo
18. Parco Archeologico di Baratti e Populonia - Piombino
19. Parco Costiero della Sterpaia – Piombino
20. Museo Archeologico del Territorio di Populonia – Piombino
21. Museo del Castello e della Città di Piombino - Piombino
22. Museo Civico Archeologico “La Linguella” e Villa Romana delle Grotte - Portoferraio
23. Fortezze Medicee – Portoferraio
24. Pinacoteca Foresiana – Portoferraio
25. Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche - Portoferraio
26. Museo Civico Archeologico - Marciana
27. Civico Museo Archeologico del Distretto Minerario - Rio nell’Elba
28. Museo “I minerali elbani della Gente di Rio” – Rio nell’Elba
29. Museo dei Minerali Elbani Collezione Alfeo Ricci – Capoliveri
30. Parco Minerario Isola d’Elba – Rio Marina
31. Aree Archeologiche delle isole di Capraia, Gorgona e Pianosa - Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

Finalità e motivazioni

Attraverso la costituzione di una Rete, la Provincia di Livorno intende coordinare tutte quelle attività che, in ottemperanza a quanto stabilito nel decreto ministeriale sugli standard museali, siano rivolte a qualificare, potenziare e promuovere il patrimonio di musei, siti e parchi del comprensorio, nonché usufruire delle agevolazioni finanziarie previste per le entità sistemiche e concorrere alla valorizzazione del rapporto tra parchi e musei

Modalità di attuazione

Ad un iniziale Protocollo d'intesa, siglato nel 2003, relativo alla creazione di una rete di tipo tematico e dedicata all’archeologia, è seguita una convenzione nel 2005 che ha sancito la trasformazione della rete esistente in quella attuale.
Rispetto infatti alla rete archeologica originaria, che comprendeva solo siti, musei e parchi di interesse archeologico, la rete attuale comprende anche musei diversi per tipologia di collezioni e parchi dalle varie tematiche di riferimento quali quelli letterari e ambientali.
La rete si struttura in percorsi tematici, dedicati rispettivamente: all'archeologia classica, al Medioevo, all'archeologia industriale e ai corsi d'acqua

Strumenti di comunicazione e visibilità

1. Sito web;
2. guida cartacea ai musei della precedente rete provinciale archeologica;
3. guida tascabile e gratuita per quaranta musei della provincia;
4. pannellistica relativa ai diversi percorsi tematici

Servizi offerti

1. Servizio coordinato di informazioni,
2. visite guidate e seminari,
3. attività didattiche,
4. pannellistica unitaria

Aspetti gestionali

La Rete è gestita direttamente dall'Ufficio cultura della Provincia, la quale ha il ruolo di Ente capofila, e si avvale nella propria funzione di una Assemblea generale, composta dai rappresentanti delle istituzioni aderenti e da un Comitato di coordinamento con compiti propositivi, eletto all'interno dell'Assemblea.
L'Assemblea approva i piani economici, le linee di indirizzo, i programmi di attività e le iniziative proposte dal Comitato di coordinamento.
All'Assemblea spetta inoltre il compito di vigilare sull'attuazione delle varie attività della Rete e vigilare sull'applicazione degli standard. La Rete si è dotata di un proprio regolamento, cui si sono associati i musei aderenti. Partecipano alla Rete, oltre alla Provincia che ha ruolo di capofila, i seguenti Enti:
Comuni di: Livorno, Collesalvetti, Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci, Suvereto, Campiglia Marittima, Piombino, Portoferraio, Marciana, Rio nell'Elba, Campo nell'Elba, Capraia, Capoliveri e Rio Marina,
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana,
Università di Pisa, Siena e Roma Tre,
Parchi Val di Cornia s.p.a
Ente Parco Arcipelago Toscano

Aspetti finanziari

Ciascun Ente aderente alla Rete versa annualmente una quota al capofila, il quale destina le risorse alla realizzazione dei progetti più significativi.
La Provincia partecipa inoltre ai bandi per ottenere finanziamenti regionali, statali e comunitari e provvede al reperimento di eventuali sponsor. Nel 2003 e nel 2004 la Rete ha beneficiato di un co-finanziamento regionale destinato al sostegno dei sistemi museali che è stato utilizzato per la messa in atto della comunicazione coordinata (decreto del Dipartimento delle politiche formative e dei beni culturali n. 6759/2003).

Bibliografia

Provincia di Livorno, Guida archeologica della provincia di Livorno e dell'arcipelago toscano : itinerari tra archeologia e paesaggio.Livorno 2003

Scheda a cura di Cristina Borgioli

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.