Sistema museale virtuale. Museo diffuso della Provincia di Catania – SIMUV

Sicilia, Provincia di Catania attivo dal 2007
rete museale


Il Sistema museale virtuale catanese riunisce le seguenti realtà museali:
1. Museo Civico del Castello Normanno (Aci Castello);
2. Museo dell’Opera dei Pupi;
3. Mostra Permanente delle uniformi storiche (Acireale);
4. Museo Casa del Nespolo (Aci Trezza);
5. Museo Archeologico Regionale del Castello Normanno–(Adrano); Mostra Permanente Naturalistica (Belpasso);
6. Museo della Pietra Lavica e delle Tradizioni artigiane e agricole (Bronte);
7. Museo della Fotografia storica e contemporanea;
8. Museo Naturalistico del Comprensorio Calatino e della R.N.O. ‘Bosco di Santo Pietro’;
9. Museo Regionale della Ceramica;
10. Museo Civico e Pinacoteca “Luigi Sturzo”;
11. Mostra permanente L'isola a tre punte;
12. Collezione “La Gumina”;
13. Museo Civico d’Arte Moderna e Contemporanea;
14. Museo delle Ville Storiche Caltagironesi e Siciliane;
15. Museo Pinacoteca dei Frati Minori Cappuccini (Caltagirone);
16. Museo di Botanica dell'Università di Catania-Erbario ed Orto Botanico;
17. Museo Storico dello Sbarco in Sicilia 1943;
18. Museo del Cinema;
19. Museo del Castello Ursino;
20. Museo Belliniano;
21. Museo di Zoologia e Casa delle farfalle;
22. Museo Diocesano (Catania);
23. Acquario Mediterraneo;
24. Museo Etnostorico Usi e Costumi delle Genti dell’Etna (Giarre);
25. Museo Civico Archeologico (Grammichele);
26. Museo Civico “Antonino Di Vita” (Licodia Eubea);
27. Museo Etnografico dell’Etna (Linguaglossa);
28. Polo Museale “Sebastiano Guzzone”;
29. Biblioteca Pinacoteca Zelantea (Acireale);
30. Museo San Nicolò (Militello in Val di Catania);
31. Museo Civico “Corrado Tamburino Merlini”;
32. Casa Museo “Luigi Capuana”;
33. Antiquarium di Palikè a Rocchicella (Mineo);
34. Galleria d’Arte Moderna;
35. Castello Normanno (Paternò);
36. Museo del grano (Raddusa);
37. Museo Civico Archeologico (Ramacca);
38. Museo dell’Opera dei Pupi;
39. Museo di Scienze Naturali;
40. Museo Archeologico ‘Paolo Vagliasindi’ (Randazzo);
41. Parco delle Kentie (Riposto);
42. Museo Civico Etno-antropologico ‘Mario De Mauro’ (Scordia);
43. Museo della Ganzaria (San Michele di Ganzaria);
44. Museo della Vite e del Vino (Sant'Alfio);
45. Museo Civico (Santa Maria di Licodia);
46. Casa della Memoria e delle Arti (Vizzini);
47. Museo Internazionale del Presepe “Collezione Luigi Colaleo” – (Caltagirone);
48. Museo Vulcanologico dell’Etna (Nicolosi).

Il ‘Sistema’ catanese interviene sostanzialmente nell’ambito della promozione e valorizzazione, non interferendo con l’assetto dei musei aderenti, dei quali continuano ad occuparsi i singoli enti proprietari. Come indica la stessa denominazione, si tratta di uno strumento consapevolmente costruito sul piano della virtualità, per il conseguimento di scopi determinati, in linea con gli obiettivi dell’asse comunitario di riferimento (2.01. Recupero e fruizione del patrimonio culturale ed ambientale).

Forma giuridica

Nessuna

Finalità e motivazioni

«Il progetto, in sintesi e più specificamente, vuole, attraverso interventi per la predisposizione di sistemi informativi nelle sedi museali esistenti nel territorio etneo, contribuire alla diffusione di questo patrimonio e delle sue ricche collezioni.
L’obiettivo è di valorizzare queste strutture, realizzate nei vari comuni della provincia, per farne un sistema omogeneo e coordinato.
E’ un tentativo di superare le inadeguatezze riscontrate nell’offerta del patrimonio storico, artistico, archeologico, attualmente presentato al visitatore in modo disorganico e frazionato, tracciando un percorso che consenta di integrare e regolare le proposte culturali, nella provincia di Catania, sulle attese di una domanda turistica medio-alta, colta, interessata alla conoscenza delle ricchezze e della storia del territorio etneo» (da sito istituzionale: http://catania.spacespa.it/).

Modalità di attuazione

La Provincia regionale di Catania ha raccolto l’adesione da parte dei potenziali partecipanti al progetto (i responsabili dei musei presenti nel territorio di Catania), che si è concretizzata nell’invio dei dati che ciascuna struttura ha consegnato all’Ente per la predisposizione dei contenuti da inserire nel sito web e nelle postazioni multimediali.
Sul piano strettamente organizzativo, l’Osservatorio Europeo della Provincia di Catania (oggi ‘Servizio Programmazione Politiche Comunitarie e Partecipazioni’) ha seguito l’attuazione del progetto dal punto di vista amministrativo, mentre il Dipartimento Musei e Biblioteche dell’Ente ha curato gli aspetti logistici.

Strumenti di comunicazione e visibilità

Lo strumento conoscitivo del Sistema museale è il sito web, che si contraddistingue per un criterio di uniformità grafica e per la completezza di informazioni sui singoli musei aderenti (storia, percorso museale, aspetti gestionali), nonché sulle iniziative rivolte agli utenti (iniziative, esposizioni temporanee e permanenti, proposte didattiche).
Un logo unitario, con quattro gradazioni cromatiche (corrispondenti ad altrettante distinte tipologie museali) è stato elaborato appositamente per il Sistema.

Servizi offerti

È stato predisposto il sito web; all’interno dei musei aderenti al SIMUV sono state collocate postazioni multimediali (i cosiddetti ‘kiosk’).

Aspetti gestionali

Il Sistema non ha determinato alcuna modifica negli assetti gestionali dei musei che ne fanno parte, ciascuno dei quali è rimasto in carico all’amministrazione pertinente.

Aspetti finanziari

Le iniziative legate al ‘Sistema’ (progettazione e creazione del portale internet, elaborazione degli applicativi e predisposizione delle strutture informative presso i musei) sono state realizzate con il concorso finanziario dell'Unione Europea tramite i fondi del POR Sicilia 2000/2006 Misura 2.1.1 (poi 2.01, Recupero e fruizione del patrimonio culturale e ambientale)-Fondo FESR, con una dotazione di 685.940,00 € (DA n. 7892 del 15 novembre 2002).
I musei e gli istituti aderenti al sistema, secondo il proprio status giuridico, provvedono al finanziamento delle proprie attività mediante il ricorso alle erogazioni degli enti di pertinenza.

Scheda a cura di Elisabetta Stinco

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.